Esci dalla confusione dell’improvvisazione

Esci dalla confusione dell’improvvisazione

Ciao e benvenuto/a nel nostro bloog!

Se hai già dato una occhiata veloce al nostro sito, avrai già visto le nostre facce.

Siamo Giuseppe e Alice, il nostro lavoro è assicurare che il tuo business abbia gli strumenti giusti per crescere.

Questo è il nostro blog, dove ogni tanto pubblichiamo articoli, pensieri e idee che riguardano il nostro lavoro e soprattutto il tuo 😉

In questo articolo vedremo la parte preliminare della guida “11 punti fondamentali – per uscire dalla confusione dell’improvvisazione”, il nostro e-book che è stato scritto per tutte quelle persone che hanno una attività e per qualsiasi motivo hanno deciso di seguirsi la comunicazione e la pubblicità da soli.

La guida è composta da 4 parti, nei prossimi articoli tratteremo le parti più importanti della nostra guida.

Se hai piacere di leggere la guida interamente, puoi scaricarla GRATUITAMENTE registrandoti su senzapensieri.gr8.com.

 

La parte preliminare

La parte preliminare è semplicemente dove analizziamo in maniera semplice le cose più importanti da fare quando devi fare una pubblicità o quando devi migliorare i risultati della tua attività.

Ok quali sono le cose più importanti? Secondo noi sono:

• Trovare il tuo cliente ideale

• Trovare i tuoi competitor

• Rimanere nella mente dei tuoi potenziali clienti

Oggi tratteremo la prima di queste 3 parti:

1 – Trova il tuo cliente ideale (estratto dalla nostra guida)

Per avere clienti fidelizzati al massimo, devi tenere in considerazione dei punti fondamentali che servono a strutturare la tua strategia di vendita, poniti queste domande e sviluppa il tuo progetto punto per punto:

Il primo punto fondamentale per partire con il tuo progetto è trovare il tuo cliente tipoDelinea il target.

Quindi la prima domanda da cui partire è: riesco a tracciare un identikit del mio cliente ideale?

Per rispondere avrai bisogno di diverse informazioni: età, provenienza, possibilità economiche, sesso, composizione nucleo familiare, occupazione, abitudini…

Con queste informazioni puoi realmente capire a chi è rivolto il tuo prodotto/ servizio e soprattutto chi lo potrebbe comprare. Se hai difficoltà a trovare queste informazioni puoi fare dei piccoli sondaggi a persone che conosci e che pensi possano rientrare nel tuo target oppure cerca informazioni in internet, sui social network o frequenta direttamente dei luoghi o degli eventi dove pensi ci possano essere persone in linea con il tuo cliente tipo.

Tutte queste informazioni possono sembrare impegnative ma servono per determinare una maggiore conoscenza del tuo cliente ideale e comprenderne appieno i bisogni espressi e quelli tenuti nascosti. (Questa analisi sarà fondamentale anche successivamente)

Ad esempio se sei un ristoratore e vuoi puntare sul menu fisso per le pause pranzo, nel tuo target sicuramente non rientreranno le famiglie con bambini, ma tutte le persone che lavorano lontano da casa, che viaggiano per lavoro e che non si accontentano di un panino ma hanno un budget limitato.

Per ora abbiamo finito, analizza quello che hai letto e cerca di metterlo in pratica, il prossimo articolo parlerà dei tuoi competitor, se nel frattempo hai voglia di leggere la guida interamente, puoi scaricarla GRATUITAMENTE registrandoti su senzapensieri.gr8.com.

Se l’articolo ti ha lasciato qualcosa, se ti è servito o semplicemente piaciuto, faccelo sapere! lascia un commento qui sotto o scrivici! Contattaci qui

A presto!

Beppo

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*